CARICAMENTO

Zafferano de l'Aquila

La tradizione dello Zafferano in Abruzzo risale fino all’epoca romana. Citazioni si ritrovano ne “Le Metamorfosi” di Ovidio, scrittore e poeta dell’antica Roma nato a Sulmona nel 43 A.C. Durante l’Impero Romano il lago del Fucino era meta dei nobili romani che vi trascorrevano le loro vacanze estive, grazie anche al particolare microclima che circondava l’intera area e che permetteva le coltivazioni di grano, ulivi e zafferano. Proprio quest’ultimo divenne sinonimo di lusso, essendo utilizzato anche per profumare i templi durante le cerimonie religiose e per realizzare filtri d’amore poiché considerato afrodisiaco. Agli inizi del 1300, dopo un periodo di difficoltà, lo Zafferano divenne un’importante fonte di ricchezza per la città dell’Aquila e i territori limitrofi, i comuni di San Demetrio ne’ Vestini, Magliano de’ Marsi e Sulmona, essendo l’area delle coltivazioni molto estesa. Rustichella d’Abruzzo è orgogliosa di offrire ai suoi estimatori in 70 paesi del mondo il miglior “oro rosso” della terra d’Abruzzo.

Visualizzazione del risultato

TOP

Search casarustichella.com

Login

Create an account

Ho letto e capisco i termini e condizioni del sito web.

Recupero password

Hai perso la password? Per favore inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link per creare una nuova password via email.

IL TUO CARRELLO (0)