Menu
  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • 0.00 

    Carrello

    Checkout sicuro
    Vai al carrello
    0

    Ingredienti per 4 persone:
    400 gr di riso Carnaroli Rustichella d'Abruzzo
    1 cespo piccolo di radicchio rosso
    1/2 bicchiere di vino rosso
    1/2 scalogno
    100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
    1 l di brodo vegetale
    3 noci di burro - mazzetto di timo - pepe e sale q.b.

    Preparazione:
    Lavate e tritate lo scalogno e fatela appassire con una noce di burro in una larga pentola di acciaio. Aggiungete il riso, fatelo tostare qualche minuto, sfumate con il vino e poi aggiungete il brodo, un mestolo per volta fino a coprirlo. Rabboccate il brodo evaporato durante la cottura affinché il riso non rimanga mai scoperto. Intanto dividete il radicchio a metà, togliete l’eccesso di parte bianca e tagliate a listelli le foglie. Fate appassire il radicchio per qualche minuto in una padella con l’altra noce di burro. Prima di terminare la cottura, ultimate con una spolverata di pepe, il radicchio e qualche fogliolina di timo. Mantecate per qualche minuto il risotto fuori dal fuoco aggiungendo il Parmigiano Reggiano grattugiato e una noce di burro. Una volta che sarà diventato bello cremoso, lasciatelo riposare qualche istante prima di servirlo a tavola. Non vi resta che impiattare la preparazione: posizionate un coppapasta su un elegante piatto da portata, inseritevi dentro il risotto, guarnitelo in superficie con del radicchio, infine sfilate il coppapasta.

    Ingredienti per 4 persone:
    400 g di Spaghettoni del Leone Rustichella d’Abruzzo
    150 g di Guanciale tagliato a listarelle
    100 g di Pecorino Romano
    1 Uovo
    1 Tuorlo
    Pepe Nero

    Preparazione:
    Per preparare gli spaghetti alla carbonara mettete sul fuoco una pentola contenente abbondante acqua che, a bollore, salerete moderatamente, in considerazione del fatto che la pasta ha già un condimento molto sapido. Quindi mettete il tuorlo e l'uovo in una ciotola capiente e sbattete con una frusta o una forchetta. Unite i 3/4 del pecorino grattugiato mescolando bene e pepate generosamente. A questo punto mettete il guanciale tagliato a striscioline in una pentola antiaderente e fatelo andare a fiamma molto dolce fino a quando non risulterà ben croccante e il grasso non si sarà sciolto. Scolate gli Spaghettoni del Leone ancora al dente direttamente nel tegame con il guanciale e fateli insaporire a fuoco vivace. Quindi versate il tutto nella ciotola con il condimento e mescolate rapidamente. Impiattate e completate il piatto con una spolverata del restante pecorino e altro pepe. Buon appetito!

    Suggerimenti:
    La preparazione degli spaghetti alla carbonara è facile e veloce ma per la sua preparazione occorrono alcuni accorgimenti. Il guanciale deve essere cotto in un tegame antiaderente senza olio e a fuoco lento, fino a quando non sarà ben croccante e il grasso non si sarà sciolto. Per garantire cremosità al piatto, inoltre, le uova non devono mai essere unite alla pasta sul fuoco. La pasta, scolata al dente, andrà versata nel tegame con il guanciale, fatta insaporire, e solo successivamente nella ciotola con le uova, il formaggio pecorino e il pepe sbattuti.

    Avete amici a pranzo e volete preparare un primo piatto diverso dal solito? I tortiglioni Rustichella d’Abruzzo con Pesto alle noci sono il piatto perfetto: semplici e veloci da preparare, hanno un gusto e una consistenza davvero unica!

    Ingredienti per 4 persone:
    400 g di Tortiglioni Rustichella d’Abruzzo
    150 g di gherigli di noci
    75 ml di Olio extravergine d’oliva Rustichella d’Abruzzo
    50 g di Foglie di basilico
    100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
    1 spicchio d’aglio
    q.b. Prezzemolo
    Sale

    Preparazione:
    Dopo aver lavato con cura le foglie di basilico, mettetele nel bicchiere del mixer e unitevi i gherigli di noce, l’olio extra vergine, l’aglio, un pizzico di sale, qualche fogliolina di prezzemolo e 2 cucchiai abbondanti di Parmigiano Reggiano grattugiato. Passate il tutto per qualche secondo con il mixer, fino a quando avrete ottenuto una crema piuttosto densa. Nel frattempo lessate i tortiglioni Rustichella d’Abruzzo in abbondante acqua salata e, una volta cotti al dente, scolateli tenendo da parte un mestolo d'acqua di cottura. Versate i tortiglioni in una padella capiente e unitevi il pesto preparato, allungate con il mestolo di acqua di cottura e fate saltare per 2 minuti a fiamma vivace. Impiattate e servite ben caldi con una generosa spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato.

    Suggerimenti:
    Se preparate il pesto in anticipo, ricordatevi di ricoprirlo con un dito d’olio: in questo modo limiterete l’ossidazione naturale del basilico che renderebbe il pesto più scuro.
    Utilizzate il mortaio per preparare un pesto ancora più rustico!

    Ingredienti per 4 persone:
    350 g di Bucatini Rustichella d’Abruzzo
    350 g di Finocchietto
    300 g di Sarde
    30 g di Uvetta
    30 g di Pinoli
    2 Filetti di Acciughe Rustichella d’Abruzzo
    1 Cipolla
    q.b Zafferano dell’Aquila D.O.P. Rustichella d’Abruzzo
    Olio Extra Vergine di Oliva Rustichella d’Abruzzo
    Pepe Nero

    Preparazione:
    Per la ricetta dei Bucatini alla Siciliana, mondate il finocchietto, ricavando solo la parte più tenera e lessatelo in acqua bollente per dieci minuti. Scolatelo e conservate l’acqua della pentola. Pulite poi le sarde, aprendole a libro e mettete a bagno l’uvetta. Tritate la cipolla e raccoglietela in una larga padella con l’olio extra vergine, i filetti di acciuga spezzettati, un bicchiere di acqua e del pepe nero; cuocete a fuoco vivace, aggiungete poi lo zafferano dopo aver sciolto gli stimmi in un po’ di acqua calda. Aggiungete l’uvetta scolata e strizzata e i pinoli e fate insaporire. A questo punto unite le sarde e il finocchietto tritato, coprite e cuocete per 2 minuti. Tuffate intanto i bucatini nell’acqua di cottura del finocchietto, riportata a bollore, poi scolateli al dente e versateli nella padella con le sarde; mescolate delicatamente per insaporirli e impiattate.
    Buon Appetito!

    Ingredienti per 4 persone:
    Ingredienti per 4 persone:
    350 g di Spaghettoni del Leone Rustichella d’Abruzzo
    3 Uova
    300 g di Zucchine
    100 g di Pancetta dolce
    1/2 Cipolla
    Olio Extra Vergine di Oliva Rustichella d'Abruzzo
    Pepe Nero
    Prezzemolo

    Preparazione:
    Per prima cosa fate bollire le uova in un tegamino per 8 minuti, poi scolatele e bagnatele con l'acqua fredda in modo da bloccarne la cottura. Sgusciatele e sbriciolate il tuorlo con una forchetta fino a renderlo abbastanza granuloso. In una padella lasciare dorare la cipolla tritata finemente nell'olio extra vergine, poi aggiungere le zucchine tagliate in piccoli cubetti. Quando risulteranno ben cotte, aggiungete la pancetta a cubetti insieme ad una generosa macinata di pepe nero, poi fate cuocere a fiamma vivace per rendere la pancetta croccante. A questo punto, fate cuocere gli "Spaghettoni del Leone" in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli in una terrina mettendo da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura. Dopodiché unite il condimento, le uova "mimosa" e mescolare bene; se necessario, aggiungete un po' di acqua di cottura. Impiattate e guarnite con un piccolo rametto di mimosa, qualche fogliolina di prezzemolo e pepe nero. Buona festa delle donne da CasaRustichella!

    Oggi vi presentiamo i Bucatini all’Amatriciana, una ricetta tipica della tradizione italiana, attribuita erroneamente alla città di Roma, ma che invece è di origine abruzzese, infatti il paese di Amatrice fino ai primi del ‘900 faceva parte dell’Abruzzo Ulteriore. Una ricetta semplice, preparata dai pastori abruzzesi che nei lunghi periodi di transumanza, portavano con sé alimenti di facile conservazione come il lardo o per i più fortunati del guanciale, pasta e formaggio o ricotta stagionata di pecora.

    Ingredienti per 4 persone:
    400 g di Bucatini Rustichella d’Abruzzo
    200 g di Guanciale
    100 g di Pecorino Abruzzese
    250 g di Pomodoro Pera d’Abruzzo a pezzi della linea PrimoGrano
    200 g di Passata Pera d’Abruzzo a pezzi della linea PrimoGrano
    Olio Extra Vergine di Oliva Rustichella d’Abruzzo
    q.b. Vino Bianco
    Peperoncino Rosso (dolce o piccante)
    Un pezzetto di cipolla

    Preparazione:
    Prendete dell’olio extra vergine di oliva e coprite il fondo di una padella. Aggiungete un pezzetto di cipolla (servirà solo per lasciare un leggero sentore, dato che la ricetta originale non la prevede) e lasciate soffriggere a fuoco dolce. Nel frattempo aggiungete il guanciale tagliato a listarelle grossolane (a ricordare la tradizione agro pastorale abruzzese, dove i pastori non badavano troppo al garbo e alla cura…) e del peperoncino rosso e lasciare soffriggere per qualche minuto. Il guanciale in questa ricetta dovrà risultare morbido, abbastanza umido. Dopo cinque minuti sfumate leggermente con del vino bianco e aggiungete il pomodoro a pezzetti e lasciate cuocere. Quando il condimento si sarà un po’ ristretto aggiungete la vostra passata di pomodoro a Pera d’Abruzzo e completata la cottura aggiungete una manciata di pecorino al sugo, così da renderlo ancora più saporito. Scolate al dente i vostri Bucatini Rustichella d’Abruzzo e risaltateli in padella per far assorbire il vostro condimento. Impiattate, spolverate con abbondante pecorino e servite. Buon appetito!

    Ingredienti per 4 persone:350 g di Penne Rigate Bio “Senatore Cappelli” Rustichella d’Abruzzo
    4 Carciofi di medie dimensioni
    ½ Cipolla Bianca
    1 Spicchio d’Aglio
    50 g di Pecorino Romano
    Foglioline di Menta
    Olio Extra Vergine di Oliva “Intosso” della linea PrimoGrano
    Sale e Pepe Nero
    1 Limone

    Preparazione:
    Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne, le punte e la parte più esterna del gambo. Tagliateli a metà ed eliminate l'eventuale barbetta interna. Su un tagliere tagliate i carciofi a piccoli spicchi e i gambi in rondelle e versateli in una ciotola con acqua fredda e il succo di un limone. Nel frattempo in una pentola lasciate soffriggere dolcemente nell’olio di oliva la cipolla tritata finemente e lo spicchio d’aglio. Quando la cipolla sarà ben dorata, unite i carciofi sgocciolati e fateli trifolare coperti e a fuoco dolce per 10-15 min. Eliminate l’aglio, regolate di sale e pepe macinato al momento e aggiungete la mentuccia tritata. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e una volta cotta al dente scolatela tenendo da parte un mestolo d’acqua di cottura. Unite la pasta direttamente ai carciofi, aggiungete l'acqua di cottura e fate mantecare per un minuto a fuoco vivace. A fuoco spento unite pecorino grattugiato e pepe. Impiattate e spolverate con abbondante pecorino. Buon Appetito!

    Ingredienti per 4 persone:
    350 g di Spaghetti Integrali “Senatore Cappelli”
    500 g di Pomodorini Pachino
    200 g di Olive Verdi
    70 g di Olio Extra Vergine di Oliva Rustichella d’Abruzzo
    Un mazzetto di Erba Cipollina
    Foglioline di Basilico
    Sale e Pepe Nero

    Preparazione:
    In una padella antiaderente fate soffriggere dell’erba cipollina tritata e qualche fogliolina di basilico nell’olio extra vergine. Aggiungete le olive e i pomodorini e lasciate cuocere a fiamma viva finchè i pomodorini rilasceranno in parte il loro succo. Nel frattempo cuocete gli Spaghetti integrali in abbondante acqua salata e una volta cotti al dente scolate e versateli nel condimento. Lasciate insaporire su fiamma moderata aggiungendo delle foglioline di profumato basilico, dei filini di erba cipollina e una generosa spolverata di pepe nero.
    Buon appetito!

    Ingredienti per 4 persone:
    250 g di Farro Intero Rustichella d’Abruzzo
    300 g di Fagioli “Tondino del Tavo” Rustichella d’Abruzzo
    500 g di Cicoria e Borragine
    Olio Extra Vergine di Oliva Rustichella d’Abruzzo
    1 litro di Brodo di verdure
    1 Spicchio d’aglio
    1 rametto di Rosmarino
    Foglioline di Basilico
    q.b. Peperoncino dolce o piccante

    Preparazione:
    Mettere a bagno dalla sera precedente i Fagioli “Tondino del Tavo” in acqua fredda. Sgocciolateli, trasferiteli in una pentola, copriteli con acqua fredda e cuoceteli per circa 1 ora. Sbollentate per alcuni minuti la cicoria e la borragine in acqua salata, sgocciolatele e tenetele da parte. Preparate il condimento: in un tegame scaldate l’olio extra vergine di oliva, insaporitevi uno spicchio d’aglio ed eliminatelo quando è diventato dorato. Aggiungete le verdure di campo spezzettate, i fagioli, un rametto di rosmarino, del peperoncino (dolce o piccante) e il basilico, mescolate e cuocete ancora per 10 minuti. A questo punto versate il Farro intero (dopo averlo precedentemente messo a bagno per 20 minuti) e lasciatelo insaporire qualche minuto con il condimento. Ricoprire il tutto con circa ½ litro di brodo caldo e completare la cottura del farro (all’occorrenza aggiungere altro brodo). Mescolate tutto con cura, regolate di sale e pepe e servite completando ogni piatto con un filo di olio a crudo.

    Ingredienti per 4 persone:
    200 g di Semola Rimacinata Bio Rustichella d’Abruzzo
    200 g di Solina Bio Rustichella d'Abruzzo
    4 Uova
    1 Cipolla,1 Costa Di Sedano e 1 Carota
    400 g di Ricotta di Pecora
    150 g di Pecorino Abruzzese grattugiato
    500 g Pomodoro a pezzi “Pera d’Abruzzo”
    q.b. Olio Extravergine D'oliva Rustichella d’Abruzzo
    q.b. Basilico
    Sale e Pepe

    Preparazione:
    Innanzitutto realizziamo la nostra sfoglia: disponiamo su un piano la Semola Rimacinata e la farina di Solina a fontana e poniamo al centro 4 uova. Amalgamiamo gli ingredienti con una forchetta e poi con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio; copriamolo e poniamolo a riposare in frigorifero per 30 minuti.  Adesso prepariamo il sugo: in una padella mettiamo a soffriggere mezza cipolla, sedano e carota e una volta rosolati versiamo nel soffritto i pomodori a pezzi lasciando cuocere a fiamma vivace. Nel frattempo in una ciotola mescoliamo la ricotta e il formaggio con un pizzico di pepe. Quando tutto sarà ben amalgamato introdurre tutto in un sac à poche. Prendiamo dal frigo il panetto di pasta, dividiamolo in due parti uguali e stendiamolo sottilmente con un matterello. Applicare al centro di ogni sfoglia delle piccole quenelle di ripieno e ricongiungere nel senso della lunghezza i margini di ogni sfoglia sigillandone i lembi esterni con le dita facendo fuoriuscire tutta l'aria, per evitare che in cottura si aprano e con una rotella taglia pasta procedere alla preparazione dei ravioli, con la forma che più gradite (quadrati, tondi o a mezzaluna). I ravioli saranno cotti non appena saliranno a galla. A questo punto scoliamoli e saltiamoli nel nostro sugo al pomodoro. Una spolverata di pecorino, qualche fogliolina di profumato basilico e buon appetito!

    Vogliamo proporvi anche una particolare variante dei Ravioli di Carnevale, tipici della provincia di Teramo: “I Ravioli Dolci di Ricotta”.
    L’involucro esterno è una normale pasta fresca all’uovo, le dimensioni sono poco più grandi dei normali ravioli, mentre il ripieno è sensibilmente differente, composto da ricotta impastata con i tuorli d’uova, della cannella in polvere, lo zucchero, la buccia grattugiata di un limone e maggiorana.
    Un contrasto di sapori davvero eccezionale!

    Per il ripieno:
    450 g di Ricotta
    2 tuorli d’uova
    170 g di Zucchero
    2 cucchiaini di Cannella in polvere
    Un ciuffetto di maggiorana

    Casa Rustichella logo Copyright © 2022 Casa Rustichella. All Rights Reserved
    magnifiercrosschevron-down
    Seleziona il tuo prodotto